News

« ARCHIVIO NEWS

01/12/2021 - L’Erwin Hymer Group raggiunge un risultato record e presenta la strategia di sostenibilità per conseguire il successo aziendale a lungo termine

 
Cifre record in riferimento al fatturato (+ 23%) e alle vendite di veicoli (+ 18%) Grandi sfide dovute a catene di fornitura interrotte Strategia di sostenibilità con ambiziosi obiettivi di protezione del clima Un‘ambiente intatto e sano come prerequisito per vivere esperienze uniche di svago e di mobilità Richiesta di un maggiore sostegno all'innovazione al nuovo governo federale.
 
Con un fatturato di 2,7 miliardi di euro, l‘Erwin Hymer Group ha raggiunto un nuovo record nell'esercizio 2020/21 ed è stato in grado di aumentare del 23% il risultato dell'anno precedente. Anche le consegne dei veicoli hanno raggiunto un nuovo record, di parla di 65.000 unità. Per l'azienda lo sviluppo attuale dimostra il cambiamento a lungo termine del modo di viaggiare. Con la sua strategia di sostenibilità, l‘Erwin Hymer Group intende assicurare il suo successo aziendale per il futuro.
 
"Il nostro successo si basa sul permettere alle persone di tutto il mondo di godere di esperienze uniche per il tempo libero e la mobilità", ha spiegato Martin Brandt, CEO di Erwin Hymer Group (EHG) durante la conferenza stampa annuale dell'azienda. "Come dimostrano le nostre cifre, durante la pandemia ci siamo riusciti particolarmente bene. Il caravanning ha raggiunto il cuore della società. Adesso bisogna salvaguardare a lungo termine la tendenza verso un turismo slow e sostenibile. Tramite la nostra strategia di sostenibilità, stiamo percorrendo la strada verso un futuro di successo, il cui presupposto è la salvaguardia dell’ambiente".
 
Record del fatturato, delle vendite e del personale – disponibilità ridotte di chassis per un periodo esteso
 
In Europa, il mercato complessivo degli autocaravan e dei camper van ha registrato un aumento significativo del 20,8% dal 2019 al 2020. L‘Erwin Hymer Group è stato di nuovo in grado di superare significativamente questa tendenza positiva nei singoli segmenti: i camper, in particolar modo, hanno dimostrato una crescita impressionante del 60 per cento, raggiungendo circa le 21.000 unità nell'esercizio 2020/211. Le vendite dei camper classici sono cresciute del 10%, fino a 30.000 veicoli. L'aumento delle vendite ha un impatto sia sul fatturato che sul numero di dipendenti: Per esempio, il fatturato dell'esercizio 2020/21 è stato di 2,7 miliardi di euro, con un aumento di 500 milioni di euro rispetto all'anno precedente - una crescita del 23%. Con 8.883 dipendenti alla fine di luglio 2021, l‘Erwin Hymer Group ha più dipendenti che mai - 1.534 in più rispetto all'anno precedente. Dal 1 agosto 2020 al 31 luglio 2021. Un risultato ancora migliore è stato impedito dalle continue limitazioni nella fornitura di materie prime e di materiali, come anche dai problemi nel settore dei trasporti e della logistica, che colpiscono anche l'industria dei veicoli ricreazionali. Per esempio, i ritardi nella consegna dei telai andranno avanti fino al 2022. Questo fatto avrà ripercussioni sulla produzione nei siti EHG sia a breve che a medio termine, per cui nei prossimi mesi potrebbero verificarsi ripetutamente interruzioni della produzione, con dipendenti in cassa integrazione. L'azienda si trova quindi di fronte alla situazione paradossale di avere le capacità praticamente esaurite per quanto riguarda gli ordini, ma allo stesso tempo di non essere in grado di produrre e consegnare a causa della mancanza di disponibilità di telai. Per attutire questi effetti a medio termine, sono in corso colloqui con possibili fornitori aggiuntivi.
 
La pandemia come catalizzatore della tendenza verso il caravanning
 
Da diversi anni il trend del caravanning è in continua crescita - e la pandemia ha accelerato questa tendenza. Soprattutto il bisogno di libertà, flessibilità e autodeterminazione nel periodo del Covid ha portato a un cambiamento di atteggiamento verso la vacanza “mobile“: Secondo la ricerca "Caravan e motorhome", quasi 20 milioni di persone, parlando soltanto della Germania, si stanno ora occupando del caravanning. Il numero di persone che hanno pianificato una vacanza o un breve viaggio in camper o caravan quest'anno è aumentato del 44%, raggiungendo quasi cinque milioni di viaggiatori. Pensando ad un possibile scenario che si potrebbe verificare tra due o tre anni, anche più di 13 milioni di tedeschi potrebbero prendere in considerazione di scoprire il mondo del caravanning in prima persona. Non c'è da meravigliarsi che la giacenza di veicoli ricreativi supererà quest'anno per la prima volta la soglia di 1,5 milioni di unità, in seguito ad un numero sempre maggiore di nuovi record di immatricolazioni. La Germania come destinazione per le vacanze sta avendo sempre più rilevanza: lo studio sul turismo recentemente pubblicato dall'ADAC mostra che nel 2019, solo il 35% dei tedeschi di età superiore ai 18 anni ha trascorso le vacanze nel proprio paese. Per i prossimi tre-cinque anni, tuttavia, l'80% di questo gruppo sta pianificando una vacanza all'interno dei confini della Germania.
 
Sostenibilità e obiettivi concreti per la tutela del clima
 
Per sostenere questo sviluppo a lungo termine, Erwin Hymer Group sta intensificando i suoi sforzi per il rispetto di un‘economia sostenibile. Jan Francke, Chief Operations Officer (COO) dell‘Erwin Hymer Group: "Prendiamo molto sul serio il nostro impegno per una maggiore sostenibilità e responsabilità sociale, dato che siamo fermamente convinti che questi fattori contribuiscano in ultima analisi al nostro successo a lungo termine. Possiamo raggiungere l'obiettivo dei 1,5 gradi solo in armonia con la politica, la società e l'industria. Pertanto, nel nostro gruppo di aziende daremo ancora più importanza a questo aspetto, rendendolo uno dei nostri punti focali strategici. Come leader di mercato nel nostro settore, il nostro obiettivo è anche quello di essere all'avanguardia nella riduzione delle emissioni di CO2 e nella conservazione delle risorse".
 
La strategia di riduzione di CO2 segue il principio di evitare, ridurre e compensare. Con varie misure, l'Erwin Hymer Group è già riuscito a più che dimezzare le sue emissioni di CO2 negli ultimi due anni. Jan Francke: "Abbiamo un piano chiaro per arrivare al 20% del livello del 2019 entro il 2030". Muovendoci verso quest’obiettivo, l'azienda sostiene progetti di compensazione con alti standard di qualità. Oltre agli aspetti ecologici, anche gli aspetti sociali ed economici hanno sempre una grande rilevanza nel processo di selezione. Un progetto in Ruanda, per esempio, non solo assicura meno gas a effetto serra, minor consumo di legna da ardere e più habitat per le specie in pericolo, ma migliora anche la protezione della salute della popolazione locale. Il CEO Martin Brandt sottolinea la comprensione globale della sostenibilità: "Oltre alla protezione del clima, la nostra strategia di responsabilità sociale d'impresa include sempre le questioni degli aspetti sociali ed economici. Abbiamo anche lanciato iniziative in tutte e tre le aree all'interno della nostra azienda". Per l'azienda, la sostenibilità non è in contraddizione con il successo economico, piuttosto entrambi sono dipendenti l'uno dall'altro: "Per noi, il caravanning nel senso di 'viaggi slow' è un contro-design al frenetico turismo di massa. È il nostro legame con la natura, la regione e la sua gente”.
 
Richiesta di un maggiore sostegno all'innovazione al nuovo governo federale
 
Strettamente legati alla strategia di sostenibilità, il CEO Martin Brandt esprime due desideri, rivolgendosi al nuovo governo federale. Da un lato, si tratta di regolamenti speciali per la patente di guida per i conducenti di camper con forza motrice alternativa: "L'aumento del limite di peso da 3,5 a 4,25 tonnellate darebbe una spinta enorme all'elettrificazione dei camper. I veicoli senza emissioni sono difficilmente realizzabili entro i limiti attuali, visto il peso aggiuntivo delle batterie".
 
Il secondo desiderio riguarda una maggiore promozione del turismo regionale. Il numero sempre crescente di veicoli e l'aumento del desiderio di viaggiare verso destinazioni in Germania richiedono urgentemente più capacità di parcheggio. Martin Brandt: "L'anno scorso, solo sei nuove piazzole sono state aggiunte ai circa 3.000 campeggi in Germania. Il numero totale di piazzole attualmente è addirittura in leggero calo. Ciò di cui abbiamo bisogno qui sono procedure di approvazione non burocratiche e veloci. Più piazzole sono uno strumento attivo per la promozione economica regionale e per il rilancio del turismo in Germania".
 

 


Warning: mysqli_close(): Couldn't fetch mysqli in D:\inetpub\webs\campermagazinetv\campermagazine\news.php on line 171