News

« ARCHIVIO NEWS

06/04/2021 - AL-KO amplia e potenzia il proprio Centro di Assistenza di Verona

 
Grandi novità e grandi obiettivi si concretizzano in casa AL-KO, nel Centro di Assistenza alle porte di Verona. Una serie di migliorie architettoniche, distributive e organizzative, con nuovi spazi negli uffici e un’officina più grande, renderà ancora più accogliente la sede ed efficienti i servizi per la clientela
 
Aperto nel 2014, il Centro di Assistenza (CdA) AL-KO di Castel D’Azzano è nato per assicurare alla clientela un servizio di altissimo livello, con una competenza specifica nei settori primari del tempo libero, con particolare riferimento alla parte meccanica, all’impianto frenante e alle sospensioni di caravan e rimorchi, a specifici interventi sui telai AL-KO, al montaggio di ammortizzatori e sospensioni per camper e di piedini di livellamento, all’installazione di portamoto e ganci traino. A otto anni dalla sua inaugurazione, il Centro di Assistenza sarà oggetto di un’importante riprogettazione. “La soddisfazione del cliente si ottiene grazie un servizio e una assistenza ai massimi livelli” – dichiara Massimiliano Ferretti, direttore commerciale di AL-KO Italia – “Abbiamo il desiderio di offrire un’esperienza ancora più esclusiva alla nostra clientela con un Centro di Assistenza AL-KO completamente riprogettato, più accogliente e funzionale, in linea con quelli già avviati da tempo in Germania, Francia e Olanda”.
 
Lo spazio dedicato all’assistenza, manutenzione e montaggio accessori su camper e caravan all’interno della filiale italiana AL-KO di Castel d’Azzano, a due passi da Verona, passerà dall’attuale 25% del fabbricato al 50% della metratura, fino a raggiungere 800 mq. Il progetto di ristrutturazione prenderà il via alla metà di aprile 2021 e consiste in un ingrandimento della parte riservata agli uffici e nella creazione di uno showroom dei prodotti AL-KO che fungerà anche da sala d’attesa per i visitatori. Questi spazi, in particolare, vedranno l’implementazione di pareti insonorizzate per garantire ancora più comfort e riparo dai rumori dell’officina a impiegati e visitatori. Non sono pochi durante l’anno, infatti, i clienti che portano il proprio veicolo in sede AL-KO per una manutenzione e decidono di aspettare che il lavoro venga concluso. Questo spazio sarà dedicato in special modo alla loro ospitalità e, nondimeno, anche a favorire il contatto e il dialogo tra clientela e personale AL-KO, sempre a disposizione per ogni domanda o chiarimento. I nuovi spazi, più grandi, favoriranno in particolare anche quella clientela che, volendo gestire al meglio i propri tempi, vorrà lasciare in anticipo il veicolo in officina per poi venirlo a ritirare, con comodo, a intervento eseguito. L’area ampliata del CDA, infatti, garantirà più spazio per il ricovero dei veicoli sia al chiuso sia all’aperto e una facile movimentazione da e verso i ponti di officina.
 
Viene potenziato anche il magazzino ricambi, con un notevole vantaggio per le tempistiche di intervento. Esternamente, inoltre, il progetto prevede la creazione di un nuovo ingresso, oggetto di un restyling importante, con motivi, stilemi e colori di richiamo al brand. Grazie a questo intervento, Castel d’Azzano diventa uno dei primi Centri di Assistenza del Gruppo per importanza e dimensioni in Europa. La direzione operativa resterà nelle mani di Alberto Ugolini, un professionista che è diventato, grazie alla sua competenza ed esperienza, un punto di riferimento per tutti i clienti AL-KO italiani. “Durante lo svolgimento della ristrutturazione, grazie a un’importante riorganizzazione temporanea, il CdA rimane completamente operativo e tutti i servizi verranno garantiti senza ritardi per i clienti – dichiara Alberto Ugolini, responsabile tecnico del Centro di Assistenza AL-KO -  “Durante questo periodo di lavori, chiediamo ai clienti di essere particolarmente scrupolosi nelle  prenotazioni per aiutarci a organizzare al meglio i lavori e la logistica dell’officina”.

I lavori, subordinatamente alle misure cautelative emanate dal Governo per via della situazione pandemica, dovrebbero concludersi per la fine di giugno 2021.